BlogCome scegliere tra semi autofiorenti e femminizzati: una guida
  • $

$ 0, -

0,00 USD

Come scegliere tra semi autofiorenti e femminizzati: una guida

08-03-2019

Una storia di Cannabis Sativa, Indica e Ruderalis

La storia della cannabis è semplice, almeno dal punto di vista degli appassionati di THC: ci sono due eroi che hanno capacità contrastanti e complementari. un giorno capiscono che unendosi riusciranno a creare una dinastia che arricchirà e amplificherà le proprietà reciproche. Poi arriva un terzo protagonista, che vuole diventare amico dei nostri eroi, e gli offre l'unico potere magico che gli mancava, ovvero la velocità. I tre diventano inseparabili e imbattibili. In questa storia parla di Sativa, Indica ma anche del loro amico poco conosciuto Ruderalis.

Le varietà di cannabis Sativa e Indica contengono percentuali di THC molto più alte rispetto al Ruderalis, ma soffrono di un tragico difetto: crescono lentamente e fioriscono solo una volta all'anno. Possono crescere e diventare delle maestose piante, con abbondanti e dense cime ricoperte di resina. Le varietà Sativa e Indica sono diventate icone culturali attraverso con le loro ampie e rigogliose foglie dalle molteplici dita. A parte il loro aspetto appariscente e la loro abbondante produzione, c'è da ricordare che la Sativa e l'Indica sono originarie dall'emisfero meridionale. Si sono abituate  ad uno stile di vita soleggiato e fioriscono solo quando è il momento giusto, cioè a fine stagione. Sono conosciuti come varietà a fotoperiodo, in quanto passano dal loro stato vegetativo alla fase di fioritura quando la luce del sole, a fine dell'estate, inizia a scarseggiare.

Cannabis Ruderalis, al contrario, si adatta alle dure condizioni dell'emisfero nord ed è più tosto e scarso rispetto ai suoi membri della famiglia meridionale. Questa varietà non solo ha imparato a crescere con meno luce solare, ma il suo periodo di fioritura non è collegato ai cambiamenti stagionali. Ciò significa che la Cannabis Ruderalis fiorirà dopo un determinato periodo di tempo e può fiorire più volte all'anno, indipendentemente dai cambiamenti stagionali. La Cannabis Ruderalis, purtroppo, contiene una quantità inferiore di THC.

La canapa Sativa e Indica, si sono incrociate tra di loro un'infinità di volte, producendo varietà ibride. La canapa Ruderalis si è aggiunta all'incesto genetico solo di recente.

Autofiorenti e femminizzati: cosa c'è sotto?

Gli effetti più interessanti, sia ricreativi che terapeutici si trovano solo nelle piante di canapa femmina e nelle loro gemme di resina non impollinate. Per assicurare un'elevata percentuale di piante femmina, i semi delle varietà Sativa e Indica (o i loro ibridi) subiscono spesso un processo di femminizzazione. Ovvero, provocando un'autoimpollinazione in una pianta femmina, si otterranno da quella pianta e dalla sua prole sempre semi femmina. Invece, per ottenere semi autofiorenti, i semi femminizzati, Indica, Sativa o Ibridi vengono incrociati con varietà Ruderalis. In botanica queste due tipologie di semi si definiscono fotoperiodo e autofiorenti, ma nel settore della canapa, i semi fotoperiodo si definiscono femminizzati, quindi ci atterremo alla terminologia stabilita. Ci viene però spontanea la domanda, quali sono le caratteristiche da prendere in considerazione nella scelta tra semi autofiorenti e semi femminizzati?

In generale, se preferisci diversi raccolti l'anno, le varietà autofiorenti sono le scelte migliori. Piante più piccole e periodi di fioritura più brevi si tradurranno in raccolti modesti ma affidabili. Le varietà femminizzate crescono su un periodo di tempo più lungo e nelle condizioni climatiche giuste, possono raggiungere dimensioni impressionanti al momento del raccolto. Sono più delicate in termini di fioritura, perché esposti a pesti e muffa, e possono essere raccolte solo una volta all'anno. Ma il raccolto sarà abbondante, potente e con meno foglie tra le cime . La potatura non aiuterà le tue piante autofiorenti in quanto sono solo allo stato vegetativo per un periodo di tempo breve, limitando lo sviluppo di nuovi rami. Al contrario, le tue piante femminizzate trarranno enormi benefici da una buona e regolare potatura.

Un ulteriore vantaggio delle varietà femminizzate è che possono essere clonate. Il clone di una pianta, una talea che si può ripiantare, non solo manterrà la composizione genetica della pianta madre, ma anche la sua età. Prendere una talea da una varietà autofiorente, significherebbe che questa inizierebbe a fiorire quando è solo una piccola pianta, risultando in un raccolto molto scarso. Un clone femminizzato (o fotoperiodo) avrà ancora abbastanza tempo per svilupparsi durante lo stato vegetativo, permettendogli di crescere in una pianta di dimensioni considerevoli prima di passare alla fioritura. Sarà necessario germogliare ogni nuova pianta autofiorente da un seme nuovo, mentre un singolo seme di una pianta femminizzata vi permetterà di coltivare un grande giardino di cannabis. A parte queste considerazioni più generali, potresti voler approfondire quale seme scegliere a seconda che tu stia coltivando le tue piante indoor o outdoor.

Semi autofiorenti o femminizzati: la coltivazione outdoor

Le varietà autofiorenti offrono il netto vantaggio di non doversi preoccupare della quantità di luce a cui sono esposte le piante. Cresceranno secondo la loro programmazione genetica, indipendentemente dai cicli di luce. Le modeste dimensioni delle piante autofiorenti sono perfette per i contesti in cui potresti preferire che la tua cannabis si mimetizza con il resto del tuo giardino. Le piante autofiorenti hanno l'ulteriore vantaggio di essere esposte ai parassiti solo per un breve periodo di tempo prima della raccolta.

Le coltivazioni che partono da semi femminizzati sono normalmente piantate intorno a marzo/aprile e la raccolta avviene intorno a settembre/ottobre. La pianta femminizzata continua a crescere nella fase vegetativa finché è esposta alla giusta quantità di luce solare, ed è in queste condizioni che questa pianta può davvero arrivare a una grandezza bestiale.Una guida generale sulla coltivazione outdoor di piante di canapa si trova nella nostra enciclopedia.

Semi autofiorenti o femminizzati: la coltivazione indoor

Le varietà autofiorenti prosperano in un regolare ciclo di 16 ore di luce/8 ore di buio, sia durante la loro fase vegetativa che di fioritura. Le loro dimensioni relativamente piccole le rendono perfette candidate per la coltivazione indoor quando hai a disposizione solo uno spazio limitato. Abbiamo pubblicato una guida più dettagliata sulla coltivazione di piante autofiorenti, utile per la coltivazione indoor e outdoor.

Le piante provenienti dai semi femminizzati resteranno nello stato vegetativo finché il ciclo di luce è programmata a circa 18 ore di luce e 6 ore di buio. Non appena cambi il ciclo di luce a 12 ore di luce/12 ore di buio, la pianta inizierà a fiorire. La potatura della tua pianta non è semplice ma è necessaria, in modo che raggiunga il suo pieno potenziale di volume e densità.

Semi autofiorenti o femminizzati: come scegliere?

Anche se i semi autofiorenti rappresentano un'interessante svolta per i coltivatori di cannabis in tutto il mondo, ci sono molte ragioni per preferire i semi femminizzati. Sia che tu voglia coltivare piante autofiorenti o femminizzate, ora è il momento di iniziare a piantare. Consigliamo di iniziare a prendere una decisione se vuoi ottenere il massimo dai raccolti di quest'anno. Sei alle prime armi nel campo della botanica e sei impaziente di avere risultati (da fumare)? Forse non ti dispiace comprare un seme nuovo per ogni pianta, se questo significa che otterrai più raccolti all'anno? In questo caso, l'acquisto di semi autofiorenti è probabilmente la scelta giusta per te. Oppure potresti avere un pollice verde, sei paziente e hai un posto tranquillo dove far crescere al massimo potenziale la tua pianta? Forse stai anche considerando la possibilità di clonare una pianta madre per avere sempre a disposizione le tue talee preferite? In questo caso, i semi femminizzati fanno probabilmente al caso tuo. Qualunque siano le tue preferenze, Azarius è qui per soddisfare i tuoi bisogni botanici con più di 25 banche dei semi di canapa tra cui scegliere e un comodo sistema di ricerca per aiutarti a trovare il seme giusto per te.



Sei maggiorenne?

Per visitare il nostro sito devi confermare di essere maggiorenne.